fbpx

Slide Luigi Chiarelli Alle origini del teatro grottesco Opera
premiata

Tra maschere e volti

Luigi Chiarelli fu tra i maggiori esponenti del ``teatro grottesco``

Luigi_Chiarelli

Luigi Chiarelli (1880-1947) fu tra i maggiori esponenti del “teatro grottesco” italiano, genere collocabile tra la classica commedia borghese e la drammaturgia pirandelliana.

nella vita vicino ai grotteschi più buffi avvampano i drammi più spaventosi; nel ghigno delle maschere più oscene urlano talora le passioni più dolorose! Ma noi non ne abbiamo colpa se la nostra allegrezza o il nostro dolore non bastano a colmare sia pure un attimo solo della nostra vita! (Luigi Chiarelli, La maschera e il volto)

La maschera e il volto (grottesco in tre atti, 1916), forse la sua opera più significativa, è caratterizzata da un profondo contrasto tra la realtà e l’illusione, tra l’autentica natura dell’uomo e le ipocrite convenzioni sociali che lo rendono schiavo. Chiarelli rappresenta con estrema efficacia questo disagio, servendosi di soluzioni per l’epoca particolarmente originali. È per questo motivo che La maschera e il volto può essere considerata l’opera che fonda il genere grottesco, godendo peraltro ancora oggi di grande attenzione e numerose rappresentazioni.

opere teatrali

Il lettore in platea

Luigi Chiarelli è nella Collana ``Teatro da leggere``

EDIZIONI INTRA

Le pubblicazioni di Luigi Chiarelli

Libri ed ebook

Dove acquistare

Tutti le pubblicazioni Intra sono acquistabili online sul nostro sito e su Amazon.